Daniela Mapelli, nuova rettrice dell'Università di Padova


Tutto il Cus Padova si congratula con la nova rettrice e non vede l'ora di incontrarla nei suoi impianti sportivi


È Daniela Mapelli la nuova rettrice dell'Università di Padova per il sessennio 2021-2027. Eletta con 1381,50 voti, Mapelli ha superato al ballottaggio Patrizia Marzaro che ha raccolto 1186,62 voti totali. La nuova rettrice, che succede a Rosario Rizzuto, sarà alla guida dell'Ateneo a partire dal primo ottobre, con l'inizio del nuovo anno accademico. Le votazioni, che si sono volte in modalità telematica nei giorni 14, 16 e 18 giugno, hanno visto una partecipazione altissima da parte degli aventi diritto al voto.


Così la neo eletta Rettrice Daniela Mapelli ha commentato la nomina: "Mai come ora, in questi momenti, i ritratti degli uomini che hanno guidato l’Università di Padova, che accompagnano l'entrata in sala della Basilica, mi sembrano restituire vividamente le loro storie, i loro pensieri, le loro speranze. Chissà se nel momento dell’elezione erano commossi, così come sono io, o magari sentivano già forte il senso di una dolce responsabilità, quella di guidare l’Università di Padova. Dal prossimo ottobre potremo – finalmente! – dire «uomini e donne che hanno guidato l’Università di Padova». In questo Ateneo sono cresciuta. Professionalmente, certo, ma soprattutto come donna. Ho trovato persone che hanno segnato la mia vita. Fatemene ringraziare una per tutte: il mio maestro Carlo Umiltà. Grazie a tutti voi per aver scelto il nostro programma, la nostra visione di Università.

Grazie a donne e uomini che mi hanno supportato, spronato, capito, sopportato. È la vostra vittoria. Lavoreremo con passione per la nostra Università.

Lavoreremo per poter farvi dire, poi, «è stata la scelta giusta». Viva l’Università di Padova! "


Rosario Rizzuto, rettore in carica, così commenta l'elezione: «La grande comunità accademica ha espresso la sua scelta, eleggendo Daniela Mapelli rettrice per i prossimi sei anni. L’altissima partecipazione al voto, in tutte e tre le giornate di votazione, oltretutto al termine di una campagna elettorale unica nel suo genere causa pandemia, è stata un bellissimo segnale di interesse per il futuro del nostro Ateneo – afferma Rosario Rizzuto, rettore dell’Università di Padova –. Ora, alla fine di una campagna elettorale intensa, posso esprimere la mia grande felicità per l’elezione della professoressa Mapelli, prima donna – ed era ora – alla guida dell’Università di Padova. Donna di indubbie e straordinarie qualità, con una grande propensione all’ascolto e alla condivisione. Ha dato un contributo essenziale in questi sei anni di rettorato, con un ruolo cruciale nella gestione della didattica di un’Università interdisciplinare, con oltre 200 corsi di laurea. Il suo lavoro ha contribuito fortemente nel posizionare l’Ateneo in fascia A, quella d’eccellenza, nell’accreditamento dell’Anvur. Le capacità con le quali ha saputo affrontare la sfida posta dall’emergenza sanitaria hanno dimostrato, ancora una volta, il suo valore. A lei va il mio più affettuoso augurio di buon lavoro: ma sono certo che saprà guidare al meglio il nostro Ateneo nel suo nono secolo di vita».

43 views0 comments

Recent Posts

See All