top of page

La sezione rugby e Conad donano 500 euro alla scuola dell'ospedale pediatrico di Padova.



 La donazione è frutto del ricavato raccolto nel corso del 27esimo torneo di rugby educativo “Università di Padova” e servirà per l'acquisto di materiale didattico e di facile consumo.


Il CUS Padova, in accordo con Conad, ha donato 500 euro alla scuola primaria e scuola dell’infanzia che operano all’interno dell’Ospedale pediatrico di Padova. La donazione è frutto del ricavato raccolto nel corso del 27esimo torneo di rugby educativo “Università di Padova” che lo scorso 7 aprile ha visto la partecipazione di 350 piccoli rugbisti delle categorie Under 6, Under 8, Under 10 e Under 12. Il CUS, in accordo con Conad, uno degli sponsor dell'evento e fornitore di tutta la parte food, ha deciso di donare una parte dell’incasso della vendita dell'attività di bar e ristorazione.


L’assegno è stato consegnato mercoledì 17 aprile in una delle aule della clinica pediatrica che ospitano le lezioni per i piccoli pazienti ricoverati. La cifra servirà per l’acquisto di materiale didattico e di facile consumo. «Queste donazioni sono fondamentali per permetterci di offrire ai bambini il miglior servizio possibile», hanno spiegato le maestre dell’istituto comprensivo Ardigò che insegnano nella clinica pediatrica. «Quasi sempre gli alunni che arrivano da noi, come è comprensibile, sono sprovvisti di qualsiasi materiale. C’è poi da considerare che cerchiamo di andare incontro ad ogni esigenza, da bambini che faticano ad usare le mani ad altri che per vari motivi hanno bisogno di supporti elettronici».


A consegnare l’assegno sono stati il dirigente del CUS Padova rugby, Carlo Frangioni, il Socio dello Spazio Conad di via Venezia, Rinaldo Pigoli, e la Responsabile Casse dello Spazio Conad di via Venezia, Michela Martina. «Quando abbiamo chiesto a Conad di affiancarci in un’iniziativa solidale legata al torneo di rugby, ci ha parlato subito delle attività scolastiche dell’ospedale», ha spiegato Frangioni. «Un’idea che abbiamo abbracciato con entusiasmo e che speriamo possa essere la prima di una serie di iniziative che aiutino ad accendere i riflettori su una realtà così importante». «Da parte nostra», conferma Pigoli, «ogni volta che abbiamo l’opportunità di fare un gesto concreto rivolgiamo le nostre attenzioni verso i bambini. Fa parte del nostro modo di pensare e siamo felici di poter dare una mano all’attività scolastica dei reparti di pediatria che svolge un ruolo fondamentale per i ragazzi e i loro genitori».


Nella foto la consegna dell'assegno all'interno delle aule scolastiche dell'ospedale pediatrico


25 views0 comments

Comments


bottom of page