top of page

I risultati del weekend: esordio sfortunato per l'hockey, il basket maschile continua a stupire!


Sconfitta di misura per il basket femminile, il BluVolley si rilancia mentre la pallavolo maschile cade ancora. Battuta d'arresto dolorosa per il basket in carrozzina. Ecco i risultati dell'ultimo fine settimana.

HOCKEY


Comincia con il piede sbagliato il campionato di Serie A/1 di hockey su prato per le formazioni del CUS. Entrambe le squadre sono state sconfitte all’esordio, di misura, e in modo anche un po’ sfortunato. Il CUS Padova maschile, di scena a Grantorto, ha perso 3-2 contro Potenza Picena, nonostante le reti di Perani e Faggian. La formazione femminile si è invece arresa per 1-0 in casa di Milano, tenendo testa per tutto l’incontro alla titolata formazione lombarda.


BASKET


Sconfitta casalinga nella prima gara del girone “oro” di Serie B per il CUS Padova basket femminile. Le universitarie cedono di un solo punto 62-61, contro Giants Marghera, al termine di una partita intensissima. Il CUS parte fortissimo andando avanti di 10 alla sirena del primo quarto. Pronta la replica di Marghera nella seconda frazione di gara. La squadra ospite limita l’attacco del CUS, ricuce lo scarto e rimette la partita in perfetta parità: 30-30 all’intervallo. Il terzo quarto procede sul filo dell’equilibrio con sorpassi e controsorpassi nel punteggio. Stesso copione nell’ultima frazione di gara con la partita che si gioca punto a punto. Negli ultimi istanti dell’incontro l’imprecisione ai tiri liberi risulta fatale al CUS che proverà a rifarsi la settimana prossima. Parte bene, invece, l’avventura del CUS Padova basket maschile nella poule promozione di Serie D. Gli universitari sconfiggono l’Olimpia Sile per 64-46, in una partita mai in discussione, grazie soprattutto all’ottimo avvio di gara dei ragazzi di coach Augusti, che già dopo il primo quarto conducono con un vantaggio in doppia cifra. Top scorer capitan Fanesi con 22 punti. Gli universitari restano così in testa alla classifica.


VOLLEY


Seconda sconfitta consecutiva per il CUS Padova volley maschile che perde al tie-break contro Verona, formazione ancora imbattuta nel girone di ritorno. Già il primo set non lasciava presagire niente di buono, con i giocatori del rientrante coach Solivo incapaci di fare cambio palla con regolarità e fallosi in battuta. Reazione d'orgoglio nel secondo set, condotto fin all’avvio senza problemi. Anche il terzo set è un monologo di una singola squadra, in questo caso il Verona, che prende subito un vantaggio, lo incrementa (16-9) e lo porta fino alla fine. Nel quarto parziale il coach padovano cambia l'assetto della squadra riportando Pasinato in opposto e Rossi in banda. La mossa sembra dare i suoi frutti, con le due squadre che questa volta rimangono appaiate fino al 20 pari. È un muro di Pasinato ed un errore in ricezione dei padroni di casa a regalare il set point al CUS, trasformato prontamente da capitan Artuso. Si arriva così al terzo tie-break su sei partite del girone di ritorno. Partono meglio i veronesi, poi il CUS accelera e trova il massimo vantaggio sul 7-10. Un attacco dell'opposto locale e due muri consecutivi riportano la parità a quota 10. Un ace beffardo, con la palla che cade subito dopo aver toccato il nastro, regala il match point ai veronesi chevincono la partita con il muro conclusivo su Rossi. Dopo 17 giornate il CUS resta al quarto posto nel girone A di Serie C ma adesso deve guardarsi le spalle. Torna a vincere, invece, il BluVolley CUS Padova Unipd, che ritrova sia la vittoria che il secondo posto in classifica. Le universitarie non hanno problemi a liquidare l’Union Volley alla palestra dell’istituto Scalcerle, vincendo 3-0 (25-10, 25-18, 25-14). In contemporanea, i Colori del Volley ha perso il big match contro l’imbattibile Usma, facendosi agguantare dalla formazione di coach Giraldo al secondo posto nel girone D di Serie C.


BASKET IN CARROZZINA


Amara sconfitta per il CUS Padova basket in carrozzina, che in casa del Vicenza subisce un ko compromettente in ottica playoff di Serie B. Gli universitari si presentano ai blocchi di partenza a ranghi ridotti per varie assenze. L’inizio è subito molto difficile, le poche realizzazioni del primo quarto sono firmate Garavello e Brotto, ma il Vicenza è di tutt’altra concretezza e capacità realizzativa. A complicare le cose, ad inizio secondo quarto, ci si mette un precocissimo terzo fallo di Garavello, che costringe coach Brotto a rimescolare le carte. Le nuove soluzioni però non cambiano lo spartito, con i vicentini che riescono a fare il bello ed il cattivo tempo, guidati in particolare da Shabani e Saracino. Il decorso è senza storie, con i locali che prendono progressivamente vantaggio senza più guardarsi indietro. Il finale è un netto 67-40 che ribalta anche la differenza canestri a favore dei padovani, conquistata all’andata. Il commento di coach Brotto: «Siamo molto dispiaciuti per il risultato della partita e ancora di più per la prestazione che è stata al di sotto delle nostre possibilità. È sicuramente una lezione da imparare. Sappiamo di andare contro delle corazzate, con giocatori con molta più esperienza di noi, però è bello provarci e sapere di avere le qualità per poterci riuscire. Sono squadre che abbiamo battuto facendo la partita giusta. La stagione non è finita e le speranze non sono nulle, quindi useremo questa sconfitta come motivazione per crescere ancora».


Cus Padova Antenore: Lentini, Coltri 3, Besoli 2, Baldo 2, Brotto 18, Garavello 8, Tabacariu 5, Gomiero 2. Allenatore Brotto


Nella foto la formazione dell'hockey femminile prima dell'esordio in campionato

23 views0 comments

Kommentare


bottom of page