top of page

I CNU partono con il botto: 2 ori, 14 medaglie e uno storico primo posto a squadre nell'atletica maschile!



Grandi soddisfazioni nelle prime giornate di gara in Molise. Il lottatore Coassin si porta a casa due titoli di "campione italiano universitario". Martellozzo protagonista nell'atletica.


Due titoli di “campione italiano universitario”, quattordici medaglie conquistate ma soprattutto uno storico primo posto nel medagliere a squadre dell’atletica maschile.


È cominciata con il botto l’edizione 2024 dei CNU per il CUS Padova, trascinato, nelle prime giornate di gara in Molise, non solo dall’atletica ma anche dalla lotta. I due titoli di “campione italiano universitario” se lì è infatti aggiudicati Giacomo Coassin, atleta trevigiano studente di ingegneria meccanica. Coassin, già medaglia di bronzo ai Campionati Assoluti di lotta greco-romana nel 2021, ha vinto la medaglia d’oro sia nella lotta stile libero (categoria 70 kg) che nella lotta greco-romana. Nelle stesse specialità Riccardo De Rossi si è messo al collo un argento (greco-romana categoria 62 kg) e un bronzo (stile libero) . Ha fatto un passo avanti il judoka Kalil Basset, che dopo il terzo posto del 2023, quest’anno ha strappato l’argento nella categoria 66 kg.


Il risultato storico, tuttavia, arriva dall'atletica. Grazie a un exploit clamoroso la squadra maschile è riuscita a conquistare il primo posto nella classifica a squadre a parimerito con la corazzata CUS Milano. Il successo è stato ottenuto grazie a sei medaglie (un argento e cinque bronzi), la metà delle quali sono state conquistate da uno scatenato Giacomo Martellozzo. Il velocista di Curtarolo, studente di archeologia, si è messo al collo l’argento nei 400 metri, chiusi in 47"49. Martellozzo si è portato a casa anche due medaglie di bronzo. La prima nei 200 metri (21"92), la seconda nella staffetta 4x400 assieme ai compagni Riccardo Ganz, Francesco Zanon e Mattia Dal Pozzo (3'18"13). Ha fatto doppietta anche Dal Pozzo, bronzo nei 400 ostacoli (52"83). Completano il quadro i terzi posti ottenuti da Marcello Donadoni nel salto in alto (2.04m) e Michele Sarzi nel salto in lungo (7.33m).

Ottime prestazioni anche per la squadra femminile di atletica, che chiude salendo sul terzo gradino del podio dietro CUS Milano e CUS Torino. Il bottino è di tre medaglie, due argenti e un bronzo. I secondi posti sono quelli di Arianna Bacelle nei 200 metri (24"63) e Adele Toniutto nel giavellotto (47.87m). Terza, infine, Sara Bigi nel salto con l'asta (3.40m).


«Ancora una volta le prestazioni arrivate dall’Atletica ai CNU sono state di altissimo livello», il commento del segretario generale del CUS Padova, Riccardo Garavello. «Il primo posto della squadra maschile condiviso con il CUS Milano è un risultato storico e di enorme valore, considerati il numero di Atenei e di studenti sui quali può contare la città di Milano rispetto a Padova. In generale il gruppo ha dimostrato grande spirito di squadra e attaccamento alla maglia, incarnando appieno i valori dello sport universitario. Un doveroso ringraziamento a Federico Candeo e Alessandro Vezzi per la professionalità con la quale hanno condotto la rappresentativa e la trasferta. Congratulazioni anche ai medagliati di Judo e Lotta. Attendiamo ora fiduciosi il prosieguo dei campionati». Le gare proseguiranno fino a domenica prossima, con gli atleti del CUS Padova impegnati nelle gare di karate, scherma e tiro a volo.

 


Nelle foto la squadra di atletica del CUS Padova ai CNU 2024

190 views0 comments

Comments


bottom of page