Ultima di campionato... #SiamotuttiCUStodi

Negli USA, sul finire del XX secolo, la pallacanestro vide la luce proprio all’interno di un college... dunque il connubio di questo straordinario sport con l’ambiente accademico trova fondamento nelle sue stesse origini.

Dopo mesi estivi di attente selezioni, tra importanti conferme e scelte degne di un draft Nba (probabilmente quello disastroso del 2001), la sezione Basket del CUS Padova è finalmente orgogliosa di presentarvi il roster della sua rappresentativa studentesca.

Eccovi dunque raccontati uno per uno tutti i nostri CUStodi, i ragazzoni della Promozione Maschile... curiosità, retroscena e aneddoti sui nostri portacolori alle dirette dipendenze di Coach Mike e Marco Schiavone.

 

#4 – Pancotti (K) Corrado

Data di nascita: 13/03/1995 Luogo di Nascita: Senigallia (AN) Altezza: 184 cm

Peso: 70 kg

Ruolo: playmaker/guardia

Studia: Fisica, in tesi

È lui il fiero Capitano di questa squadra di giovani talenti.

Nato e cresciuto nel vivaio della Pallacanestro Senigallia, ha esordito in serie D a soli 16 anni, per poi continuare a vestirne i colori nella più prestigiosa C2. Oggi c’è chi sostiene che “Pancotti dovrebbe essere illegale in Promozione”, e in effetti i numeri per renderlo illegale ci sono: le notevoli percentuali al tiro ne fanno uno dei migliori marcatori del campionato. Marchigiano DOC, è brillante anche fuori dal campo, dove si manifesta essere un moderno “homo litteratus” dai gusti raffinati: adora le buone letture, è amante dell’arte e si diletta nella scrittura. In dirittura d’arrivo con la sua laurea in Fisica, pratica l’amor cortese e sa sempre apprezzare una buona carbonara.

       

#5 – Hueber Leopoldo

Data di nascita: 15/04/1994 Luogo di Nascita: Padova Altezza: 195 cm

Peso: 76 kg

Ruolo: ala piccola

Studia: Scienze Psicobiologiche Cognitive e Psicobiologie, terzo anno

Silenzioso... ma letale: praticamente un cobra (visto che sul parquet il posto di “mamba” è già preso)!

Di formazione patavina, non si contano i titoli che ha vinto nelle sue molte esperienze tra Basketlandia, Top Abano, e Patavium Petrarca (con cui non solo ha mosso i primi passi nel minibasket, ma ha addirittura esordito in C2 a 18 anni). È un giocatore intelligente e capace di grandi letture, e non potrebbe essere altrimenti, vista la sua ormai grande conoscenza della psicologia umana. Leo (per gli amici) è certamente una delle colonne di questa squadra, ma rimane comunque un ragazzo genuino dai gusti semplici: ama la campagna, gli piace leggere, e... se non fosse che è da tempo fidanzato, lo potreste facilmente conquistare con un piatto di tortellini panna e prosciutto.

 

#6 – Baratella Carlo

Data di nascita: 13/11/1998

Luogo di Nascita: Motta di Livenza (TV) Altezza: 176 cm

Peso: 76 kg (di muscoli)

Ruolo: playmaker

Studia: Filosofia, primo anno

Classe ’98, il playmaker opitergino (di Oderzo) è il più giovane della squadra. Giocatore nervoso e potente, rispecchia forse più la point guard all’americana piuttosto che il regista all’europea. Sarà forse che a Treviso giocano come in Nba? Mah, certo è che nei suoi anni al Basket Oderzo il buon Carletto non si è fatto mancare davvero nulla: dal minibasket alla serie C, passando pure per Promo e serie D. “Immatricolato” a inizio stagione dai compagni e successivamente affidato al Capitano, sembra non voler smettere di crescere in campo e fuori (anche grazie a una buona dose di esercizi in sala pesi). Già campione sportivo alla Playstation, non c’è           

nulla che lui ami più della pizza salamino e patatine, se non la sua ragazza ed il modo unico in cui solo lei sa riordinargli casa.

 

#7 – Massarotti Luca

Data di nascita: 04/01/1997 Luogo di Nascita: Pordenone Altezza: 184 cm

Peso: 77 kg

Ruolo: playmaker/guardia Studia: Medicina, terzo anno

Ah, Massarotti, Massarotti... vedendolo così, per strada, nessuno indovinerebbe mai di cosa sia capace in campo... e invece, dietro quei suoi curatissimi baffoni, non si cela solo un bel sorriso, ma anche uno dei più generosi e promettenti prodotti della pallacanestro friulana. Infatti, sbocciato già durante le giovanili tra le società sportive Rorai Grande e Sistema Basket Pordenone, è poi salito in serie D e C2 con le stesse. Date le sue evidenti doti cestistiche, e forte anche di un nutrito gruppo di accanite sostenitrici sui social (followers), ha tutte le carte in regola per essere una sorta di “Westbrook de’ noantri”. La sua più grande passione è la medicina e fuori dal campo è uno di quegli studenti attenti e diligenti che sono motivo di orgoglio per il nostro ateneo. Ma attenzione, come detto, in Massa c’è molto più di ciò che sembra...

 

#8 – Vigato Francesco

Data di nascita: 26/06/1996

Luogo di Nascita: Camposampiero (PD)

Altezza: 193 cm

Peso: 72 kg

Ruolo: guardia

Studia: Scienze e Tecnologie per l’Ambiente, terzo anno

Un abile “piccolo” dalle leve lunghissime: vero lusso per questo campionato! Francesco Vigato, che piccolo lo è solo nel ruolo, è l’ottimo prodotto della Pallacanestro Vigodarzere, con la quale ha vissuto una dolcissima favola sportiva: dopo un primo approccio alla palla-a-spicchi in quel di Camposampiero, ha legato il suo nome a quello della società sportiva del proprio paese con la quale, dopo essere sbocciato durante le giovanili, è arrivato sino alla serie D. Ma non lasciatevi          

ingannare dalla sua apparente tenerezza, il Vigo è furbo e sa sempre trovare il momento migliore per punire gli avversari dall’arco. Ragazzo dalle idee chiare, a tavola non ha mai dubbi: per lui la scelta migliore è il pasticcio. E quando non si allena, ama le lunghe passeggiate in montagna, magari in compagnia della sua bella fidanzata.

 

#9 – Ciofetta Andrea

Data di nascita: 12/03/1996 Luogo di Nascita: Brindisi Altezza: 180 cm

Peso: 73 kg

Ruolo: playmaker

Studia: Psicologia, primo anno

Storpiando una celebre canzone: “Hai visto mai? Un ball-handling come il suo”.

Se vivesse nel selvaggio Texas, lui sarebbe di certo la mano più veloce del West. Ma il buon Andrea è invece nato a Brindisi, per poi crescere a Perugia come un vero umbro DOC, tanto che nessuno più di lui sa apprezzare la pasta alla norcina. E anche se fuori dal campo ama il blues, la musica classica, e si diverte a giocare a tennis; sul parquet si distingue per le grandi abilità con la palla, visione di gioco e rapidità d’esecuzione: caratteristiche che, insieme ai precisissimi tiri dall’ampia parabola, gli sono valsi un certo prestigio negli anni al Perugia Basket. A Perugia infatti si è sempre distinto sin dai primi anni di giovanili, per poi esplodere tra due campionati nazionali (U19 e U20) e le convocazioni in C1 e C silver. Purtroppo, qui al Cus, non ha nemmeno fatto in tempo a mettersi in luce che un intervento all’anca l’ha tagliato fuori dai giochi... Ma il ragazzo sembra recuperare davvero bene: forza Andrea!

 

#10 – Andrea Zambolin

Data di nascita: 23/01/1996 Luogo di Nascita: Padova Altezza: 182 cm

Peso: 75 kg

Ruolo: guardia

Studia: Economia, terzo anno

Purtroppo anche per lui vale il fatto che “Air”, il soprannome che più gli si addirebbe, è già preso.

Peccato davvero, perché la sua impressionante elevazione meriterebbe davvero di essere celebrata. Ma Zambo è molto più che un abile saltatore: è una vera e propria macchina da guerra capace di spaziare su almeno 4 ruoli dato il fisico possente. La sua formazione inizia con il Minibasket tra le società del Campo San Martino e del Limena, con la quale esordisce in U13, prima di spostarsi alla Virtus Padova con cui disputa diversi campionati di eccellenza (dall’U14 all’U17). Lascia poi la Virtus per il Cittadella, con cui trascorre gli ultimi anni delle giovanili (dall’U17 all’U20), e nel frattempo viene convocato in C2 e serie D. Già reduce da un campionato con il Cus (come i compagni Pancotti, Massarotti, Malachin, Congi e Velco), ama sia la vita notturna, sia la montagna, oltre alle grigliate... specie se in buona compagnia!

 

#11 – Malachin Luca

Data di nascita: 10/01/1996 Luogo di Nascita: Padova Altezza: 194 cm

Peso: 80 kg

Ruolo: ala piccola/ala grande

Studia: Ingegneria edile e architettura, terzo anno

Impareggiabile cecchino, è un’altra grande conferma della rosa dello scorso anno. Non si sa bene quando, ma a un certo punto questo ragazzo ha incontrato una palla da basket e poi non l’ha più lasciata. Ha mosso i primi passi sul parquet del Basketlandia, per poi proseguire con le giovanili tra i due massimi sistemi padovani: Petrarca Patavium e Virtus Padova; da qui è poi approdato alla Pallacanestro Limena di Leo Busca, con la quale ha militato in serie D. Ennesimo di una lunga stirpe di fenomeni sportivi (condivide con il padre e con i suoi otto fratelli lo spiccato talento per lo sport), mala è un giocatore versatile ed intelligente, che fa dell’infallibile mira e dei pregiati assist (spesso diretti all’amico Congi) le sue armi vincenti. Nella vita di tutti i giorni è un ragazzo come tanti, figlio dei suoi tempi: ha una passione per le tinte per capelli, sa sempre scegliere un ottimo kebab, è un abile scooterista, e sui social manifesta tutta la sua sensibilità per l’ambiente.

 

#12 – Schiavon Giulio

Data di nascita: 03/03/1996

Luogo di Nascita: Padova

Altezza: 198 cm

Peso: 80 kg (di puro muscolo)

Ruolo: ala grande/centro

Studia: Scienze alimentari, secondo anno

In una parola: SOLIDO. Nemmeno la bresaola della Valtellina contiene tante proteine quante quelle del suo robusto fisico da atleta. Forte di una grande preparazione atletica alla Ivan Drago (il “ti spiezzo in due” di Rocky per capirci) e di un’ottima dieta, Giulione ha saputo imporsi nel gruppo di universitari grazie anche al grande talento cestistico. Maturato tra le società del Limena e del Vigodarzere, è poi sbocciato negli ultimi anni di giovanili disputati proprio al Vigodarzere e al Jolly Basket, anni nei quali ha anche vestito la maglia della serie D per entrambe le franchigie. Ragazzo semplice, che sa apprezzare i piccoli piaceri della vita, Giulio ama immergersi nella natura, ma, al contempo, adora l’alta moda ed ha l’attitudine al fashion blogging. Nulla gli piace più del burro d’arachidi, nulla se non schiacciare.

 

#13 – Urzi Francesco

Data di nascita: 25/02/1994 Luogo di Nascita: Padova Altezza: 188 cm

Peso: 77 kg (di puro muscolo) Ruolo: guardia/ala piccola Studia: Medicina, terzo anno

Urzi è l’ennesimo talento Made in Padova reclutato da Coach Mike e soci.

Nato e cresciuto in casa Virtus Padova, con la quale ha disputato tutte le giovanili e i campionati di Prima e Seconda divisione e di Promozione, ha poi trascorso gli ultimi anni prima del suo approdo al Cus alla Pro Pace Mortise, con la quale ha militato in Promozione. Dotato di un grande atletismo e di una potente conduzione di palla, il futuro medico gioca con la stessa precisione con la quale compirebbe un intervento chirurgico. La sua grande esperienza da veterano di questo tipo di campionati ne fa certamente uno dei giocatori più importanti e consapevoli in campo. Oltre all’amore per la pallacanestro e per la sua fidanzata, coltiva da sempre la passione per lo sci... e, dopo una bella discesa, casa c’è di meglio di una buona lettura e di un ricco piatto di pasta broccoli e acciughe!?

           

#14 – Congi Gianluca

Data di nascita: 30/04/1996

Luogo di Nascita: Abano Terme (PD)

Altezza: 195 cm

Peso: 85 kg

Ruolo: ala grande/centro (anche playmaker)

Studia: Tecniche di radiologia per immagini e radioterapia, terzo anno

Avete presente “Fantasia” della Disney e tutti gli straordinari balletti dei personaggi di quel lungometraggio d’animazione!? Ecco, Gianluca Congi (per gli amigi “Conci”) è un fantasista dotato di una tale leggiadria sui piedi, che potrebbe essere uscito proprio da quel capolavoro. Si tratta infatti di un giocatore totale, che può veramente spaziare in tutti i ruoli con estrema versatilità e con pari abilità grazie soprattutto alla immensa visione di gioco, alle spiccate doti di regia, all’ottimo ball-handling e ai suoi 195 cm. “Personalmente non ho mai visto un passaccio no-look come quello” sembra aver dichiarato il vice allenatore Marco Schiavone dopo uno dei tanti assist serviti dal numero 14 ai compagni. Gianluca, che dopo il Minibasket al Basketlandia, le giovanili al TOP Abano, un campionato di U19 eccellenza disputato con la maglia del Petrarca Patavium, è approdato a Vigonza dove ha militato in Promozione, è un autentico campione dentro e fuori dal campo: dove eccelle alla Playstation e al Fantacalcio.

 

#15 – Velco Aron

Data di nascita: 29/03/1996

Luogo di Nascita: Bressanone (BZ) Altezza: 190 cm

Peso: 97 kg

Ruolo: ala grande/centro

Studia: Medicina e Chirurgia, terzo anno

Un autentico barbaro d’oltreconfine. Aron infatti, che in realtà non è affatto un barbaro se non nei confronti degli avversari, è il giocatore più internazionale del team universitario. Di origini albanesi, è nato in Alto Adige nella Provincia autonoma di Bolzano, parla fluentemente quattro lingue (cinque se si considera il dialetto veneto), e viaggia moltissimo, davvero moltissimo. Prima di trasferirsi a Padova, per

            

frequentare una delle Università più prestigiose d’Italia, ha sempre giocato al Bressanone, con il quale, oltre all’esperienza nelle giovanili, ha vinto un campionato di Promozione per poi disputarne uno di serie D. Dotato di un fisico davvero poderoso e di una grinta agonistica quasi incontenibile è uno di quegli eccezionali lunghi “di sfondamento” che sono tanto rari e preziosi. Ma il buon Aronne non è soltanto un dominatore dell’area, ma, dotato di un tiro eccellente, si conferma letale anche dal perimetro. Ovviamente il suo piatto preferito sono i canederli con speck alto atesino, ma il suo gusto in quanto a passatempi è molto meno tradizionale: ama infatti la vita mondana e i video di YouTube.

 

#18 – Pavan Giovanni

Data di nascita: 24/03/1996 Luogo di Nascita: Mestre (VE) Altezza: 193 cm

Peso: 82 kg

Ruolo: ala piccola/ala grande

Studia: Ingegneria Meccanica, secondo anno

Quanto può essere preciso un ingegnere? Rendersene conto è facile quando si osserva Gio Pavan mentre disegna perfette orbite ellittiche che dall’arco portano la sfera sino al fondo della retina. Ma lui è molto più di un semplice tiratore... Del resto come potrebbe essere altrimenti dato il suo trascorso di pregio al Basket Leoncino, che dopo le esperienze dei campionati giovanili nazionali, gli ha spianato la strada verso la serie D, nella quale ha militato dapprima con lo stesso Leoncino e poi con il Basket Riviera. Date le sue provenienze geografiche... è molto più piacevole vederlo giocare che non sentirlo parlare, specie quando vola al ferro per una delle sue compostissime schiacciate. Profondo conoscitore della vita, anche grazie alle sue importanti esperienze lavorative, “Ciccio” è un di quei personaggi che non dovrebbero mai mancare in uno spogliatoio. Quando non deve studiare e fuori c’è una bella giornata di sole, il veneziano ama rilassarsi con un bel giro in moto... magari per andare a vedere una partita di pallavolo.

 

#19 – Clemente Luca

Data di nascita: 19/07/1994 Luogo di Nascita: Udine Altezza: 201 cm

Peso: 92 kg

Ruolo: centro

Studia: Ingegneria meccanica, magistrale, primo anno

Già dottore in ingegneria meccanica presso l’Università degli Studi di Udine, Luca Clemente è uno dei giocatori di maggiore esperienza nella rosa di universitari, e di certo quello con più centimetri. Dall’alto dei suoi 2 metri e più, ha infatti già disputato ben quattro stagioni di C2 con il suo Tarcento Basket (società nella quale aveva esordito ai tempi del Minibasket), vincendo uno Scudetto e una Coppa Friuli, e si è poi trasferito alla Polisportiva Tricesimo con la quale ha militato in serie D. Grande estimatore della cucina italiana e amante dello sport in generale, Luca è uno degli ultimi selezionati dall’entourage del Cus Unipd (in quanto si è immatricolato in magistrale solo a settembre), ma promette già grandi cose. Dopo gli allenamenti, quando smette di maltrattare il canestro contro cui schiaccia regolarmente, non disdegna mai una bella cena gustosa davanti a una puntata delle sue serie TV preferite.

 

#20 – Lunardi Damiano

Data di nascita: 28/01/1997 Luogo di Nascita: Este (PD) Altezza: 190 cm

Peso: 93 kg

Ruolo: ala grande/centro Studia: Economia, secondo

Last but not the least... dalla “jungla” con furore arriva proprio lui: Damiano “Diciassette” Lunardi. Giocatore schietto e verace (nel senso che non fa mai una finta che sia una), ma comunque imprevedibile, appare come la bandiera della scuola basket della “bassa” in un team di stelle. Roccioso, sin troppo roccioso, ha mosso i primi passi sul campo della Pallacanestro Montagnana, per poi migrare al Basket Club Solesino, dove ha concluso le giovanili strappando uno scudetto U19 provinciale e esordendo in serie D. Per il Cus è stato disposto a rinunciare al suo numero di sempre e a vestire la canotta numero 20; e benché il suo stile di gioco vagamente naif non entusiasmi troppo la parte tecnica della panchina, riesce sempre a ritagliarsi uno spazio a referto nei pochi minuti che gli sono concessi, anche grazie agli ottimi assist dei compagni che ne leggono bene le giocate. Quando non si allena       

sa sempre come divertirsi e far divertire gli amici, ma sopra ogni altra cosa adora cucinare e, ancora di più, grigliare.

 

Questi i portacolori maschili cussini&patavini  dell’ annata sportiva 2017/18, un’annata ricca di canestri, gioie ( e qualche dolore), sorrisi ma sempre tutto giocato all’ombra della palla a spicchi, di un amore che nasce da piccoli e che ci si porta dentro per tutta la vita  con tanti tanti sacrifici.

Un’annata che ha visto i ragazzi della Promozione chiudere la regular season al   secondo posto e giocarsi i playoff con grande forza e determinazione. E’ vero, non siamo riusciti  a raggiungere la finale ma l’impegno mostrato per tutto l’anno sul parquet, sia allenamento che partita, non è mai venuto meno e il risultato sperato è SOLO rinviato, non dimenticato!!

Il CUS PADOVA UniPD – ci tiene a sottolineare coach Michele, Mike per gli amici,  Caiolo - si conferma per il secondo anno consecutivo, squadra di vertice del campionato di promozione nonostante un cambio radicale di giocatori ( 10 nuovi!!) come da statuto. E’ mancato un pizzico di fortuna per disputare anche quest’anno la finale per salire in Serie D. Siamo arrivati agli appuntamenti decisivi un po’ stanchi e scarichi e forse con un po’ troppa pressione addosso.  Dobbiamo crescere in tutti i settori per puntare ad un posizionamento più consono che sicuramente questo progetto merita.”

Che dire ancora…

BRAVI RAGAZZI!

SEMPRE AVANTI!

CUS PADOVA UniPD!