Ancora una volta Il tie-break non è amico dei colori patavini

Campionato di Pallavolo  Serie C Maschile – Gir. B   / Tredicesima giornata

DINAMICA VOLLEY SOLESINO       3

CUS PADOVA UniPD                        2

(25-14; 21-25; 25-13;  17-25; 15-13)

 

   

CUS PADOVA: La Grua Massimo, Malachin Giovanni, Baesso Leonardo, D’Ambrogio Simone, Bedin Isacco, Rizzi Fabio (L), Favaro Federico, Salvo’ Davide, Lago Luca, Castellan Nicolo’ (L), Manicone Fedele Maria (C),  Baldo Stefano, D’Odorico Pierpaolo. All. Baldin Fabio.

Lo si sapeva, non sarebbe stata una partita facile quella giocata  sabato scorso dal Cus Padova UniPD Volley  in quel di Solesino:   la posta in gioco era alta per entrambe le squadre.

Ne è nato un derby salvezza infuocato da cui sono usciti vincitori i padroni di casa dopo 5 set dall’andamento altalenante e caratterizzati più dalla tensione che dalla tecnica.

Il primo set è dominato dai padroni di casa che partono  subito forte con un cambio palla efficace e difese incredibili che fanno perdere le sicurezze in attacco ai giocatori del CUS.

Il break decisivo si ha con la battuta in salto dell’opposto della Dinamica che porta il punteggio sul 20 a 10. A nulla servono i cambi fatti dagli ospiti, il set va al Solesino dopo  l’ennesima difesa e contrattacco.

Nel secondo set il Cus Padova UniPD  non riesce ancora ad essere incisivo nel cambio palla; ne approfittano i padroni di casa che si portano sul 9 a 6 e poi al massimo vantaggio sul 14 ad 11. Il time-out sembra far ritornare la serenità ai patavini  che trovano la parità a quota 15 ed il primo vantaggio del match sul 16 a 17. I padroni di casa accusano “l’aria cambiata”  e cominciano a commettere qualche errore in ricezione ed in attacco. Il  set  scorre veloce verso la sua conclusione con un fendente da zona 4 di Baesso.

A questo punto ci si aspetterebbe un terzo set quanto meno equilibrato, ed invece sembra di rivivere il primo set, con i giocatori cussini spaesati e quelli del Solesino padroni del gioco. In pochi minuti si arriva al 16 a 7 e poi al vantaggio in doppia cifra sul 21 a 9. La reazione di orgoglio del CUS arriva troppo tardi e serve solo a mitigare il punteggio ma non a cambiare le sorti del set.

A questo punto, per le “leggi della par condicio”,  tocca al Cus reagire…

Ed infatti la squadra universitaria  fa vedere  una partenza sprint portandosi sul 4 a 9 con due muri punto di Favaro sui centrali avversari e poi sul 12 a 19 con gli attacchi di Baesso e La Grua. La partita comincia ad innervosirsi, troppa la tensione da entrambe le parti,  e gli arbitri sono costretti a dare il cartellino giallo ad entrambi i capitani per le continue proteste. Il  CUS vince il set e porta la partita al tie-break.

Partono bene gli ospiti con un muro di Salvò e  si portano sul 2 a 4 grazie anche al cartellino rosso comminato all’allenatore del Solesino. I padroni di casa  non si perdono d’animo e ritrovano la parità a quota 5 con un contrattacco punto da zona 4. Doppio vantaggio per 7 a 5 per il secondo  cartellino rosso del match (questa volta a coach Baldin)  e cambio campo sull’ 8 a 6 a causa di un errore al servizio del CUS Padova UniPD. Gli ospiti  ritrovano la parità sull’ 8 pari con un muro ad uno di D’Ambrogio ma la Dinamica non vuole cedere  e, grazie anche ad un paio di errori di troppo al servizio dei giocatori universitari, fa suo il set al primo match point con un lungolinea da zona 4.

Peccato perché la vittoria era veramente dietro l’angolo!

Sabato prossimo altro spareggio salvezza, altra partita fuori casa a Montebelluna contro il Montevolley.  

IN BOCCA AL LUPO RAGAZZI!

FORZA CUS PADOVA UNIPD VOLLEY!

Paola Marini